Abolizione Maggior Tutela Gas e Luce dal 2019

Per effetto della legge sulla concorrenza, a partire dal 2019 è previsto per il mercato di maggior tutela l'abolizione con il conseguente passaggio al mercato libero per tutti.

I clienti in maggior tutela con Servizio Elettrico Nazionale non potranno più pagare la luce al prezzo del tutelato, ma dovranno passare nel mercato libero.

Già a partire dal 1 luglio 2007, è stata introdotta in Italia come nel resto dei paesi della Comunità Europea, la liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica e gas, che di fatto ha messo fine al monopolio dello Stato, dando la possibilità a molte aziende private e aziende municipalizzate di produrre in parte, di acquistare dai produttori, o rivendere al cliente finale, l'energia o il gas.

Una volta superata la scadenza del 1 luglio 2019 i clienti residenziali non ancora passati al mercato libero rimarranno tecnicamente senza fornitore.
In questo caso la legge prevede il passaggio automatico al servizio di salvaguardia.

Tale servizio è erogato da un fornitore scelto tramite una gara (asta) organizzata dall'Acquirente Unico (la società garante della fornitura di energia elettrica ai piccoli consumatori).

A differenza delle normali tariffe di luce e gas, al prezzo della salvaguardia va aggiunto il parametro Ω (Omega) stabilito dal fornitore vincente l'asta, motivo per il quale bisogna trovare una soluzione affinché i clienti ancora in maggior tutela non si ritrovino a pagare un sovrapprezzo.